Musicoterapia

MUSICA PER LA CURA DELL'ANIMA ...

 Il rumore delle onde del mare , le note di Debussy, il canto di un usignolo si uniscono e diventano un purificante “bagno sonoro “.E’ la musica New- Age che rigenera come una meditazione…

Tutto quello che esiste nell’universo è composto da vibrazioni che generano suoni , indipendentemente dal fatto che possiamo sentirli o meno. Se potessimo essere dotati di un apparato uditivo  adeguato, potremmo udire i suoni prodotti dai colori, dagli odori, dai sapori e dalla luce , ma anche avvertire la nostra personale –sinfonia cellulare-, ovvero quell’armonica e unica melodia creata dalle vibrazioni del nostro corpo , che entra a far parte di quella universale. Questo non lo dice solo la fisica moderna . Le maggiori religioni del mondo , lo espongono da molto tempo, anche se con  linguaggio diverso.

La musica, infatti, oltre  produrre un effetto benefico su tutti gli esseri viventi, come attestano i molti esperimenti compiuti su animali , piante e sopratutto i successi ottenuti dalla –musicoterapia- nella cura dei disagi psicofisici, può aiutare in modo determinante all’elevazione spirituale dell’individuo. Si tratta di  principio orientale conosciuto fino dall’antichità  anche nel mondo occidentale. Il mito greco di Orfeo, infatti ,musico per antonomasia,ricevette in regalo da Apollo una lira, evidenzia il carattere contemplativo della musica come mezzo per adorare gli Dei.

 Lo stesso Platone , parla di musica nel regno delle vibrazioni celesti  e anche molti altri importanti  personaggi della storia hanno avuto una certa familiarità  con il linguaggio spirituale della musica.

Negli ultimi anni, si è assistito ad una notevole riscoperta della musica come guida e ispirazione per la ricerca interiore.In particolar modo, la cosiddetta New-Age (ovvero musica della nuova era), ha proprio lo scopo  di agevolare il passaggio della coscienza allo stato meditativo, ovvero creare un ambiente sonoro che contribuisca  ad entrare in contatto on il nostro io più profondo, donando all’individuo  una sensazione di –fusione armonica- con il tutto. In effetti, si tratta di una sensazione reale , in quanto, nella condizione di rilassamento fisico e mentale,caratteristico della meditazione , le onde elettromagnetiche prodotte continuamente dal cervello passano dalla tipica frequenza dello stato di veglia (ritmo beta) di 13-39 cicli al secondo , al più equilibrato livello alfa di 8-12 cicli al secondo. Quando cominciamo a oscillare a questa frequenza, il nostro campo energetico (aura) si uniforma con la vibrazione principale della Terra e raccoglie all’energia del Pianeta, un ‘energia superiore che facilita la guarigione  del corpo e della mente.

Proprio perchè, sia più facile sintonizzarsi  con il ritmo vibratorio del nostro pianeta, un filone molto affascinante della musica-New Age- utilizza i suoni della natura , come lo scroscio della pioggia , il rumore del vento o i versi degli animali. Questi suoni,sono particolarmente indicati per un raggiungere un benefico stato di rilassamento, in quanto contengono tutte quelle frequenze dello spettro sonoro detto -suono bianco- (colore che per analogia contiene tutti gli altri).

 Questi suoni, vengono raccolti con straordinaria fedeltà (perciò ascoltandoli sembra proprio  di stare in mezzo a una foresta , vicino ad un fiume, ad uno cascata o sulla spiaggia…) , oppure riprodotti con apparecchi elettronici , ed enfatizzati da musiche appositamente composte per accompagnarli….

IL SACRO MOMENTO DELL’ASCOLTO…Ma come si fa ad ascoltare questa musica per entrare più facilmente nello stato meditativo? Alcuni studiosi della musica New-Age, consigliano di provare alcune posizioni ottimali. Ci si può stendere , con le ginocchia lievemente alzate , i piedi rivolti verso gli altoparlanti e il capo appoggiato su un cuscino. Oppure si può stare seduti a gambe incrociate (meglio ancora , per chi riesce ad assumerla è la posizione yoga del loto), con le mani appoggiate sulle ginocchia e i palmi rivolti verso l’alto come se si dovesse ricevere un dono. Chi vuole dividere l’esperienza con il partner o con un amico, può ascoltare questa musica , posizionandosi schiena contro schiena  ,o piedi contro piedi , in maniera che ognuno possa sviluppare per l’altro  le onde sonore trasmesse  attraverso le vibrazioni del proprio corpo.

Questo effetto è così forte che lo stesso motivo musicale , può sembrare diverso a seconda del –compagno di ascolto-

Dopo aver scelto la posizione ottimale, stiratevi e fate un respiro profondo. Prendete coscienza di essere alla presenza della vostra anima e di Dio. Siate consapevoli che quella che state facendo è un azione sacra. Siate riconoscenti fin dall’inizio del dono della musica  e delle energie che essa libererà dentro di voi. In seguito, abbandonatevi all’ascolto , lasciatevi andare , udite la musica scendere su di voi e dentro di voi , aprendovi alle sue vibrazioni terapeutiche e stimolanti.

A questo punto, con l’immaginazione stimolata dai suoni, provate  a liberarvi dal mal di testa o da altri fastidi causati dallo stress e dalla tensione , magari figurandovi sulle rive  di un fiume calmo che scorre sul vostro corpo, oppure immaginando  che i muscoli tesi vengano rilassati dalle stesse onde sonore.

Quando la melodia è terminata, restate qualche attimo in silenzio, ripensando con riconoscenza a quanto è successo nel vostro corpo, nella vostra fantasia e nel vostro spirito.

Se avvertite una sensazione di benessere in tutto il corpo, è perché, anche se l’orecchio è lo strumento massimo del processo uditivo, tutte le nostre cellule sono dotate  delle proprietà vibratorie e sono dei potenziali recettori dei suoni.

Molto spesso, la ricezione sonora sopraggiunge al di sotto della soglia di coscienza , e quindi può succedere  anche quando la mente non elabora a livello conscio l’informazione raccolta.

Inoltre, alcuni suoni che sembrano non essere sentiti, possono esercitare su di noi effetti speciali anche sul sistema fisiologico e dunque sulla salute.

 Partendo da questo principio, alcuni studiosi hanno sperimentato  le cosiddette -incisioni sublimali- , ossia quei brani contenenti messaggi positivi, incisi al di sotto del livello udibile cosciente , ideali  per -riprogrammare -dentro di noi gli schemi mentali inconsci non voluti  che possono generare problemi psicofisici di varia natura.

Affinché la musica possa esercitare il suo effetto rilassante si deve ascoltarla nei momenti giusti: per esempio mentre si studia , mentre si mangia o meglio ancora prima di andare a dormire. Secondo il pensiero –New Age-, ogni problema fisico nasce da un pensiero negativo , quindi la musica rappresenta “l’onda portante”  e trasmette il messaggio di ”riprogrammazione” direttamente ai livelli più profondi della mente , dove in seguito si “riinstalla” il nuovo e positivo schema mentale.

 Contrariamente a quanto si crede, tutto il nostro corpo e non solo l’orecchio, è dotato di qualità vibratorie in grado di avvertire i suoni…

 La musica New-Age  usa i suoni della natura , come il fischio del vento o lo scroscio dell’acqua , in quanto le loro vibrazioni aiutano a “sintonizzarsi” con quelle del nostro pianeta… by Studio Olistico Oltre il Confine 

 Vi aspettiamo per provare i benefici della musicoterapia   

  infoline 333/31.64.394 oppure 06/90.78.644

 


  pubblicato il 28/12/2017
  musicoterapia, campane-tibetane, hot-stones-massage,

Richiesta informazioni

Riempi il seguente modulo per effettuare le tue richieste al nostro staff.

Riceverai una risposta nel pił breve tempo possibile.